Articolazione degli uffici

U.O. Servizi Sociali

Informazioni
Tipologia
Ufficio
Denominazione
U.O. Servizi Sociali
Competenze

Assistenza economica
Il servizio riguarda l'insieme degli interventi economici con cui il Comune affronta situazioni di bisogno temporaneo o permanente (indigenza) del singolo o del nucleo familiare per favorire il superamento, attraverso il calcolo "del minimo vitale".
Le prestazioni sono di tipo:
continuativo (erogazione di sussidi volti a garantire il reddito minimo vitale;
straordinario (per far fronte a situazioni urgenti o di particolare difficoltà del nucleo familiare o della persona). Vengono quantificate tenuto conto della situazione economica e familiare del richiedente. Ai colloqui con i singoli utenti è garantita la massima riservatezza e sono svolti da personale a ciò qualificato (Assistente Sociale).
Assegno di maternità riconosciuto alla solo madre che non svolge alcuna attività lavorativa ed in base ad una situazione patrimoniale del nucleo famigliare stabilita dalla legge.
Assegno nucleo famigliare numeroso riconosciuto alle famiglie con tre figli minori secondo la situazione patrimoniale del nucleo famigliare stabilito dalla legge.

Case popolari
Servizio rivolto ai cittadini residenti o che lavorano in Musile di Piave, che hanno bisogno di una abitazione e che non superano determinati livelli di reddito. L'assegnazione di un alloggio popolare avviene mediante bandi di concorso annuali emanati secondo la normativa regionale. Il comune dispone anche di alloggi per emergenze abitative che vengono utilizzati con ordinanza dirigenziale, per risolvere temporaneamente casi particolarmente gravi.

Assistenza portatori di handicap
Competenza di: presa in carico per interventi diagnostici, terapeutici e riabilitativi di collaborazione con l'istituzione scolastica e l'Ente Locale per l'integrazione secondo quanto previsto dall'accordo di programma; attività di collaborazione con L'Ente Locale per l'integrazione sociale e interventi di supporto familiare; collaborazione con i centri CEOD per inserimento lavorativo di persone adulte con handicap.
Informazioni e moduli per presentare domanda per il riconoscimento dell'invalidità civile/indennità di accompagnamento.
Convenzione con il SILD per inserimento disabili in servizi comunali con borsa di studio dell'Azienda ULSS N. 10.

Anziani
Il Comune fornisce una serie di servizi di assistenza rivolti agli anziani:

  • assistenza domiciliare, rivolta a soggetti con ridotto grado di autosufficienza, nel proprio ambito familiare e sociale, a prevenire e rimuovere i rischi che possono comportare ricoveri impropri in ospedali, in case di riposo o istituti; con tale servizio si vuole evitare lo stato di isolamento sociale delle persone a rischio, favorirne la socializzazione e l'inserimento nella vita comunitaria, assicurare il mantenimento dei rapporti familiari e sociali.
  • assistenza economica (L.R. 28/91), la Regione predispone per le persone anziane non autosufficienti assistite a domicilio delle provvidenze economiche, le condizioni necessarie per ottenere i sussidi sono: residenza nel Comune, bisogno di assistenza, reddito non superiore ai limiti previsti per legge;
  • telecontrollo-telesoccorso domiciliare, servizio rivolto a persone ultra sessantenni residenti nel territorio comunale, sole, a rischio sanitario e/o sociale. Il servizio risponde a chiamate o "allarmi" di tipo medico sanitario o di tipo sociale e psicologico. L'apparecchio viene installato tramite ditta privata a ciò incaricata dalla Regione Veneto;
  • pagamento rette di ricovero in istituti e case di riposo, è rivolto a persone che hanno un reddito insufficiente a sostenere per intero l'onere della retta di ricovero, tenuto conto di specifica documentazione di tipo reddituale (riguardante anche i familiari obbligati dal Codice Civile) nonché sulla base degli accertamenti effettuati e delle informazioni raccolte dal Settore Servizi Sociali;
  • soggiorni estivi per anziani, servizio che offre la possibilità di recupero psico-fisico, ma anche di prevenzione, di socializzazione, svago e riposo, mediante turni di soggiorno in località montane; viene organizzato nei mesi di maggio, giugno e settembre. I turni hanno una durata di circa 14 giorni ciascuno, in alberghi moderni e confortevoli, è prevista la presenza di animatori e di personale sanitario;
  • mensa e fornitura pasti caldi a domicilio, rivolto a persone anziane od inabili in condizioni di non autonomia personale che ne facciano richiesta.

Lavoro socialmente utile degli anziani
Il Comune ha stipulato una convenzione con l'Associazione Volontariato Musile per il servizio "Vigili d'Argento" per l'utilizzo di persone anziane in attività socialmente utili. Ogni anno è previsto un numero massimo di incaricati in base alle disponibilità della associazione e ai fondi comunali utilizzabili. Le attività previste sono: vigilanza presso i plessi scolastici, sorveglianza sugli scuolabus comunali, piccoli servizi da determinare di volta in volta.

PROGETTO ABRAMO

Con l'attivazione dello Sportello Intercomunale Polifunzionale per gli Stranieri, denominato "Progetto Abramo", il Comune di Musile di Piave risponde alla normativa nazionale in materia di immigrazione.

Lo sportello permette ai cittadini stranieri, nell'immediato, di chiedere il rinnovo del permesso di soggiorno, ricongiungimenti familiari e cittadinanza attraverso un appuntamento personalizzato (Tel.0421.75074).

Saranno indicati alcuni giorni ed orari fra cui prenotare, per quanto possibile in base alle esigenze di ognuno e sarà anche consegnato un accurato elenco dei documenti da presentare.

Alla data e ora prefissate, con tutti i documenti, ci si può presentare presso lo Sportello. L'appuntamento è personalizzato: un operatore caricherà in breve tempo i dati nel portale dell'Ufficio Stranieri delle Poste e consegnerà il kit compilato da spedire tramite raccomandata a/r allo "Sportello Amico" delle Poste stesse.

Per maggiori informazioni consultare:

Portale Immigrazione

Ministero dell'Interno

Polizia di Stato

Poste italiane

Raccolta delle domande per la certificazione degli alloggi per i cittadini stranieri non comunitari.

Per ottenere il ricongiungimento familiare o la carta di soggiorno il cittadino straniero non comunitario deve recarsi in Questura con il certificato di idoneità dell'alloggio rilasciato dall'Ufficio Tecnico del Comune di Musile di Piave.

Per ottenere il certificato, l'interessato deve recarsi ai Servizi Sociali del Comune di Musile di Piave con la seguente documentazione:
- contratto di locazione o comodato gratuito o atto di proprietà registrato in copia;
- fotocopia del documento d'identità di chi presenta la richiesta, e fotocopia del permesso o carta di soggiorno in corso di validità;
- dichiarazione di ospitalità o dichiarazione del datore di lavoro.
- dimensioni dell'alloggio/planimetria con indicate le misure delle stanze utilizzate.
- copia agibilità, licenza o concessione edilizia o permesso di costruire
- n.2 marche da bollo di 14,62 Euro
- bollettino postale attestante il versamento alla tesoreria comunale di 25 Euro

Il certificato viene rilasciato sulla base della documentazione e delle autodichiarazioni presentate, secondo quanto previsto dalla L.R. Veneto n. 10/96 e D.M. 1975

Indirizzo
Piazza XVIII giugno, 1
Telefono
0421592248
Email
info@comune.musile.ve.it
Pec
comune.musiledipiave.ve@pecveneto.it
Orario Pubblico
lunedì 8.30-12.30
martedì  
mercoledì  
giovedì 8.30-12.30
venerdì  
Responsabile
Giorgia Baggio
0421592224
giorgia.baggio@comune.musile.ve.it
torna all'inizio del contenuto